La storia di Gaia e Veronica

Pubblicato il 20 Maggio 2017
La storia di Gaia e Veronica

Micia Gaia fu abbandonata da cucciola a Cagliari. Per alcuni mesi visse da gatta randagia, accudita da una volontaria del posto. Prima di riuscire a sterilizzarla, però, la giovane Gaia sparì dal solito posto in cui di solito si faceva trovare e ricomparve dopo un paio di mesi. Era malridotta e resa cieca da un glaucoma bilaterale agli occhi. La volontaria la portò subito da un veterinario che le enucleò gli occhi e, dopo un mese, la sterilizzò. Purtroppo Gaia risultò positiva anche alla leucemia felina (FeLV) e la volontaria, dovendola tenere separata dagli altri gatti sani di casa, mise un appello per trovarle una adozione del cuore. Appena lessi la sua richiesta di aiuto, non ci pensai due volte e contattai per poterla adottare. Il 20 marzo 2016, micia Gaia arrivò a casa! Era una gatta molto spaventata e timida, iniziò a rilassarsi ed ambientarsi dopo tre-quattro mesi……e divenne la mia ombra. Viveva per me e io per lei, unite in una simbiosi che solo erti animali speciali sanno creare. Purtroppo le sue precarie condizioni di salute (dovute all’immunodepressione prodotta dalla FeLV), me l’hanno portata via il 19 dicembre 2016. Ma sono certa che, anche se per poco tempo, la mia adorata Principessa Gaia è stata felice…..coccolata e amata come ogni animale dovrebbe essere. Lei sarà sempre con me, micia dolce e speciale!